Tag Archive metro

storie dal Giappone

Japan! Stories

Tokyo

3,2,1 go!

We start our journey in Dubai, but we can easily skip this detail to arrive directly here in Terminal 2, Narita Airport. It’s summer and I can feel it in the air. However, here I can breathe, not as in other Asian destinations. Look mom, I’m in Japan! I landed in between an alien movie and the tidy drawer of my friend Sabrina. After repeating as many time as I can ‘arigato’ (thanks) I finally try to find a logic in all this order. The navigator keep telling me I have to find an underpass called B2F. I’m lucky enough to find it and even blessed, ‘cause two person address me in English!

Racconti giapponesi

Giappone, arrivo!

Giappone

Tokyo

Ok, pronti, partenza, via!

Si parte da Dubai, ma questo particolare lo possiamo allegramente saltare. Arriviamo al sodo, il Terminal 2 dell’aeroporto Narita. E’ estate e si sente nell’aria. Fa caldo, ma a differenza di altre destinazioni in Asia, riesco a respirare. Mamma, sono in Giappone! Sono atterrato tra la trama di un film sugli alieni e il cassetto ben ordinato e stirato della mia amica Sabrina. Dopo aver ripetuto un numero imprecisato di volte “arigatò” (grazie), inizio a cercare una logica. Il navigatore mi dice di cercare un sottopassaggio chiamato B2F, che sarebbe il secondo piano seminterrato. Fortuna vuole che non solo io riesca a trovare il sottopassaggio, ma che riesca anche a trovare delle persone sorridenti con cui scambiare qualche parola in inglese. Si, in breve cerco di avere qualche indicazione su come acquistare il biglietto. Capisco tutto, tranne come capire l’importo da inserire nella macchinetta per acquistare il biglietto. Un mistero che rimarrà comunque insoluto. Compro il biglietto per Funabashi con destinazione Funabashi station. Sono quasi sicuro che la mia pronuncia di “Funabashi” sia come la pronuncia di un giapponese della parola “trigonometria”, ma comunque il rispetto qui è di casa e nessuno mi fa pesare la mia ignoranza crassa nella lingua giapponese.

Il treno di Tokyio

Tokyo e i treni del futuro

Via, si parte! Il primo viaggio sembra non finire mai. Stanco da una giornata a lavoro e stroncato da dieci ore di volo, mi sento immerso in una realtà diversa. Qui in queste righe la definirò “aliena”, ma non voletemene. La logica è diversa, dai segnali luminosi, al modo di rivolgersi alle persone, fino anche alla disposizione delle scale mobili.

Poi, Tokyo

error: Content is protected !!