Tag Archive artista

S. give up with his soul

Il negozio di anime

–leggi articolo precedente–

–read in English–

Il negozio di anime

La danza nel presente

Quando un’anima decide di danzare nel presente, è spesso ingrigita, deprezzata e dunque non molto richiesta. Sono anime di chi vive ogni giorno senza davvero vivere, senza usurare la propria

The Kiss, Gorèe 2018 Fallou

Isola di Gorèe

Gorèe

Un’isola a due passi da Dakar

Sveglia presto, colazione e via verso una nuova avventura, l’isola di Gorèe. Superato il traffico marziano tipico delle metropoli africane, siamo finalmente alla nostra nave. Qui inizia l’abbordaggio. Si, ma non sono pirati, bensì pacifiche donne di ogni età che si avventano su di noi e direttamente o indirettamente si sentono in dovere di consigliarvi il posto migliore in cui acquistare qualcosa di decente nell’isola. Solo dopo qualche minuto vi rendete conto che per una serie infinita di coincidenze ogni donna condivide lo stesso nome della boutique che sponsorizza. Una ragazza in particolare, Mouna, passa mezz’ora (in pratica tutto il tragitto dal porto di Dakar all’isola) sponsorizzando la meravigliosa boutique Mouna e chiedendomi insistentemente se io sia o meno sposato (a suo modo di vedere, una ragazza senegalese è come un diamante). Dato l’anello al dito, credo sia palese, così si passa a discorsi più formali. E’ decisa a vendermi qualcosa. Qualunque cosa. Più tardi la incontrerò e vedrò il suo negozio, alto un metro e trenta e largo 50 cm, di cui va orgogliosissima. La tenerezza.

L'arte atto III

Idee, arte, motivi per esistere

–continua dall’Atto Secondo–

Arte

Domande su maschere, vita e morte

Perché dovrei volere una maschera?

Gabriele mi conferma che i miei sospetti sono fondati. Le sue maschere non sono normali maschere, ma seguono l’arte giapponese detta del The Mask, per la quale nell’indossarla inizierete a sentirvi subito meglio, forse un po’ più folli, azzardati nei modi. Se invece deciderete di non voler rischiare, potrete appenderla al muro, per quanto io non possa promettervi che il muro stesso non decida di impazzire a sua volta e azzardare una sortita.

Quanto ci vuole per creare una maschera?

Creazione delle maschere

Creazione delle maschere

Creazione, un'intervista con Gabriele Manca

La creazione

–continua dall’Atto Primo–

La creazione

Come si fa la maschera

Caro diciassettenne che sei arrivato fino a qui pensando che io voglia rivelarti l’antico segreto che alberga nella mente dell’artista per la creazione delle maschere, sei nel posto sbagliato. Qui si cerca di descrivere un artista e proporre in maniera più o meno velata la vendita delle sue maschere meravigliose ad un pubblico che si spera non le debba usare solo una volta e solo per Halloween. Cerca, caro amico teenager, di tenere a mente le tecniche che sto per rivelarti, cercale su Youtube e se hai ancora tempo inizia a studiare una nuova lingua, che non fa mai male (no, aspetta, credo che lo studio del Klingon possa produrre effetti nocivi a lungo termine).

Giù la maschera, Gabriele Manca

La maschera

Giù la maschera!

Breve chiacchierata in III atti con Gabriele Manca

Atto Primo

Se stai leggendo queste righe in quanto amico, semplice curioso o perché il mare di Internet ti ha portato qua mentre cercavi “metodologie per la riproduzione di una maschera”, poco importa. Ciò che è davvero fondamentale è che al mondo ci siano gli elefanti, animali molto cari a uno dei miei personali eroi, Gabriele Manca. Nato nel secolo passato, sembra sia uno dei rarissimi casi di reincarnazione inter vita al contrario del comune post mortem. La storia che stai per leggere sarà frutto di un intervista con lo stesso Gabriele, in risposta alle domande dello scrivente, più una buona dose di fantasia. Sta a te, lettore, capire dove inizi una e finisca l’altra. In ogni caso tra una svolta e l’altra, un orpello e un saltello metaforico, avrete un’idea di chi sta dietro una maschera. Letteralmente. Ma andiamo per ordine. 

error: Content is protected !!