Tag Archive africa

Dakar, Senegal

Senegal

–read in Italian–

Senegal

First stop: Dakar

Three million inhabitants, Senegal’s Capital city, Dakar is a city full of traits that make it a destination alluring for tourists. One of those traits is the famous Paris- Dakar. Even though if you want to attend it, nowadays you need to take into account to go halfway across the world. Football is another big star here, and in the street you’re going to see loads of people with the famous Lion’s t-shirt. And the food, and the people. But let’s go step by step. Dakar is similar to other African cities I visited, but more clean and tourist- friendly. So the first night I felt myself safe enough and brave to take a taxi and go a bit out of the city, close to the sea, in a restaurant managed (I discovered later) by a nice woman from Liguria, Italy.

But what exactly is Dakar? 

Cry baby, cry Gorèe 2018 Fallou

La schiavitù

leggi l’articolo sull’Isola di Gorèe—

Schiavitù

Nascere senza diritti

Iniziamo da un fatto. Nel 1992 un funzionario della Chiesa Cattolica Romana, diciamo pure il Vicario di Gesù sulla Terra per rimanere sul vago, dice una messa nell’Isola di Gorèe. Questo polacco dai modi così umani dice messa in questa piccola chiesetta e si inginocchia, prima di chiedere scusa per i peccati commessi in nome di Cristo da parte dei missionari cattolici. Cosa dunque possono aver combinato queste persone per essere scomunicate dal Santo Giovanni Paolo II? Cosa può aver mandato su tutte le furie un Papa? Se Mariama Ba fosse viva potrebbe spiegarcelo meglio, ma di lei rimangono solo libri e una delle migliori scuole per giovani donne, proprio su quest’isola magnifica.

The Kiss, Gorèe 2018 Fallou

Isola di Gorèe

Gorèe

Un’isola a due passi da Dakar

Sveglia presto, colazione e via verso una nuova avventura, l’isola di Gorèe. Superato il traffico marziano tipico delle metropoli africane, siamo finalmente alla nostra nave. Qui inizia l’abbordaggio. Si, ma non sono pirati, bensì pacifiche donne di ogni età che si avventano su di noi e direttamente o indirettamente si sentono in dovere di consigliarvi il posto migliore in cui acquistare qualcosa di decente nell’isola. Solo dopo qualche minuto vi rendete conto che per una serie infinita di coincidenze ogni donna condivide lo stesso nome della boutique che sponsorizza. Una ragazza in particolare, Mouna, passa mezz’ora (in pratica tutto il tragitto dal porto di Dakar all’isola) sponsorizzando la meravigliosa boutique Mouna e chiedendomi insistentemente se io sia o meno sposato (a suo modo di vedere, una ragazza senegalese è come un diamante). Dato l’anello al dito, credo sia palese, così si passa a discorsi più formali. E’ decisa a vendermi qualcosa. Qualunque cosa. Più tardi la incontrerò e vedrò il suo negozio, alto un metro e trenta e largo 50 cm, di cui va orgogliosissima. La tenerezza.

Dakar, Senegal

Dakar, Senegal

Senegal

Prima tappa: Dakar

Dakar, capitale del Senegal e città tentacolare di tre milioni di abitanti, di cui un milione nella città e due milioni nella periferia. Tra questi tentacoli si celano numerose particolarità, che rendono la città appetibile per i turisti. Una di queste è la celeberrima Paris- Dakar, anche se ora come ora Dakar rimane solo il nome di copertina, mentre la gara si svolge dall’altra parte del mondo, in Sudamerica.
Il calcio qui ha una discreta tradizione e vi capiterà di vedere nelle strade tantissime persone con le maglie dei calciatori della nazionale dei Leoni. Dakar è simile ad altre città africane che ho avuto modo di visitare, ma più pulita e accogliente. Un flusso di turisti più continuo e una maggiore attenzione alla sicurezza hanno reso il Senegal più facile da visitare. Dunque, la prima notte mi sono sentito abbastanza sicuro da prendere un taxi e addentrarmi nella periferia, sul mare, in un grazioso locale gestito (così ho scoperto solo più tardi) da una simpatica signora Ligure.

Ma cos’è Dakar?