Uccidi gli Alieni!

Gli alieni sono importanti

"Signori e signore."


Iniziò il Capo Popolo. Tutto il Parlamento ammutolì all’unisono, per curiosità ancor prima che per rispetto o paura. Si sentiva solamente il gatto del Capo che faceva le fusa, piano.


“Siamo qui riuniti oggi, per affrontare la questione alieni.”


Lasciò passare ancora qualche istante, guardandosi intorno.


“Qualcuno ha detto che si è trattato di un caso fortuito, di una terribile concatenazione di eventi. Quello che rimane è che quell’alieno non doveva essere lì. Chi ha lasciato che quell’alieno potesse mettere le sue mani su un volante? Chi lo ha salvato dal suo destino?"


“Come sapete, noi siamo persone ospitali, ma non possiamo e non dobbiamo accogliere questo genere di alieni.”

“Qualcuno lo ha fatto e queste ne sono le conseguenze.”


Il Capo passò lo sguardo tutto intorno a sé, come a voler essere sicuro che le sue parole si fossero depositate per bene sui banchi del Parlamento e nelle orecchie sudicie degli astanti.


“Si tratta di un caso isolato? Forse. Vogliamo che resti un caso isolato? Questa è la domanda che pongo io oggi a voi, signori e signore del Parlamento.”


Così dicendo, tirò fuori come per magia un piccolo fascicolo giallo, che aprì con lentezza. Poi, continuò:


“Quello che ho in mano è un resoconto dettagliato, redatto dai nostri migliori esperti. Dato il numero di alieni sopravvissuti e data la loro ostilità, questo è il prospetto dei possibili attacchi che possiamo aspettarci nei prossimi giorni e nelle prossime ore. Si tratta di 2000 morti, almeno un numero tre volte superiore di feriti. Se non siete convinti, ho qui una realizzazione grafica di cosa succederebbe se tre alieni si facessero esplodere in un centro cittadino durante le ore di punta. Questa…”

Aliens, graphic by Daniele Frau for the story Go back to the future.
Alieni, grafica di Daniele Frau.


Continuò il Capo mostrando un’altra foto al Parlamento.


“Questa è la foto raccapricciante di come sarebbe se l’esplosione avvenisse all’interno di una scuola per l’infanzia. Chi di voi vuole mettere a rischio la vita dei propri cari, dei propri figli?”


Passò qualche istante nel quale il silenzio fu soppiantato da un brusio spaventato.


“Amici.”


Continuò allora il Capo Popolo mostrando allegro i denti giallognoli.


“Siamo di fronte ad una delle più grosse crisi che la nostra stupenda nazione e il nostro Governo dell'Agire abbiano mai dovuto fronteggiare. Abbiamo trovato tutti i punti di atterraggio. Abbiamo scovato e messo in carcere i fuorilegge che li stavano aiutando. Finiranno tutti in galera, costretti a mangiarsi tra loro come è giusto che sia per dei nemici della patria.”


Gli occhi, incavati nelle guance grassocce, si muovono frenetici da un astante all'altro. Gioiosi, vivaci, come se tutto questo alla fin fine fosse solamente un gioco. E lui avesse scritto le regole.


“E per quanto riguarda le esplosioni? Come faremo ad essere sicuri che gli alieni ancora in libertà non si ribellino e inizino ad attaccarci a loro volta per rappresaglia?”


Era la voce di un membro dell’opposizione. La domanda non sembrò spaventare il Capo nemmeno per un istante.


“Apriremo la caccia.”

Open the alien hunt, graphic by Daniele Frau for the story Go back to the future.
Caccia aperta all'alieno, grafica di Daniele Frau.


Disse, con una voce gelida. Tutti nella sala capirono il peso di quelle parole e anche i più fedeli sostenitori del regime sentirono un piccolo prurito provenire dalla loro coscienza.


“Apriremo la caccia contro gli alieni e lo faremo domani, per la Festa dell’Indipendenza!”


Il discorso terminò e con esso la seduta, aspettando il giorno seguente e la grande festa dell’indipendenza. Una festa che somigliava più ad un isolamento volontario, dopo che tutti i muri erano stati ultimati.

La festa contro “le grandi potenze che ci invadono e ci comandano”, contro “immigrati e usurpatori”, quella festa univa proprio tutti. E ora aveva una nuova ragione di esistere: la lotta contro gli invasori alieni.


Il Capo lasciò la sala e si diresse verso casa, dove lo aspettava la nuova venuta, la luce dei suoi occhi, sua nipotina Victoria.

Questa è la fine de Uccidi gli Alieni!, ora puoi continuare a leggere come continua Ritorna al Futuro, storia scritta da Daniele Frau e illustrata da Gabriele Manca, Dmq Productions. Tutti i diritti sulla storia e sulle illustrazioni sono riservati ai rispettivi proprietari.

Continua a leggere La scelta del gatto.

Sei arrivato qui, ma non sai di cosa parli questa storia? Leggi di cosa si tratta il progetto Ritorna al futuro, qui.

Quanto è importante leggere?

Leggere è di importanza cruciale, in quanto aumenta la capacità di focalizzare l'attenzione, la memoria e le dote comunicative in generale. Qui, su Flyingstories, scriviamo storie che possano da una parte intrattenervi e dall'altra vi possano aiutare ad imparare l'italiano e l'inglese.


Puoi cambiare la lingua del sito quando vuoi, cliccando sulla bandierina. In questo modo, puoi leggere le storie gratis in lingua italiana e inglese.


Non sei pronto a leggere una storia lunga come Anime vive? Tranquillo, pui sempre leggere gratis le nostre storie brevi in italiano e in inglese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.