Il valore dell’anima

Sarebbe stato un finale degno di nota, se solo il suo valore…

Quanta poesia sprecata, che peccato. Se solo quell’anima non fosse stata una rarità e dunque il suo valore alle stelle. È facile constatare come spesso sia più semplice apprezzare le pietre più di animali da compagnia, piante rampicanti o perfino altri esseri umani. La gente si innamora di piccole pietruzze colorate.

Pietre! Il loro valore e la loro purezza dipende perlopiù dal modo in cui riflettono la luce. Guerre centenarie, invasioni di interi continenti sono nate e continuano ancora oggi per poter stringere tra le mani delle pietre.

Non è forse incredibile? Il valore di una pietra superiore a quello di un essere vivente!

Ci sono di certo rocce più o meno bianche e grigie in tutti gli angoli del pianeta, ma è l’amore per la rarità a spingere alla guerra. Quella stessa rarità che attira senza dubbio l’attenzione quando si parla di anime pure. Come determinare il valore di un’anima?

Non è solo la luce che ricade su quel mistero a far salire il prezzo come si lievita la pasta.

Cosa avranno mai in comune dunque pietre e anime?

Un minerale viene strappato dal suo destino millenario e silenzioso per poterlo trasformare, per renderlo immortale agli occhi degli uomini. Per certi versi un’anima segue un destino simile a quello di una pietra.

Saltando da un secolo all’altro, la coppa d’oro di un re potrà mutare in un paio d’orecchini indossati da una serva, per poi diventare quell’anello che custodite gelosi nel vostro dito anulare.

Alcune anime spariscono per poi ritornare, mentre altre scompaiono come polvere in una stradina di campagna.

Sparite in un pozzo, un luogo in cui si smarriscono tutte le più belle intenzioni. Ogni anima ha una storia a sé, è un libro ancora da scoprire, le cui pagine scricchiolano sotto le dita curiose di un adolescente.

Cosa toccò dunque in sorte ad un’anima tanto verbosa?

Forse un po’ di riposo? Certo, non fate quella faccia, le anime hanno bisogno di riprendersi, talvolta, soprattutto quelle che hanno imparato ad amare. Non è però il destino riservato a quest’anima.

La maledizione che tocca in sorte a terre ricche di diamanti, oro giallo e oro nero è quella di diventare essa stessa un’unità da barattare. Lo scambio diventa impari e comporta guerre, fame e in qualche caso non raro la schiavitù.

Non vi sembri drastico, è ciò che accade quotidianamente. È la fatua promessa di dimenticare le proprie origini in cambio del progresso.

E cosa sarà mai il progresso per un bambino che non conosce pace, se non un ascensore che va veloce, ma sempre e solo verso il basso?

Il valore dell'anima_Anime vive_Primo Capitolo_Scritto da Daniele Frau_Illustrazioni di Gabriele Manca.
Il valore dell’anima

L’amore

Amare tanto quel corpo da voler sparire omaggiandolo con un colpo di teatro.

Quale fu però il suo destino?

Quello di essere acciuffato per i capelli da un venditore di anime, il suo fato reso ancora una volta umano. E cosa c’è di più umano che chiudere tutto dentro una scatola, riducendo perfino i sogni a qualcosa che si possa infilare a forza in una scatola di latta?

Chissà, probabilmente sono solo un paio di scarpe che ragiona di fronte ad un muro, in questa notte arrotolata nel silenzio. Sento il respiro lento di questo venditore di anime sospeso su un letto troppo grande per lui, giusto sopra i miei lacci.

Le coperte color miele si alzano e si abbassano al ritmo di qualche organo nascosto, regolare.

Ora dorme, ma cosa fa esattamente un venditore di anime quando è sveglio?

Meglio ritrarlo attraverso ciò che lo rende così vitale: la compravendita.

Se sei curioso di sapere come continua la storia, ma soprattutto di sapere come funziona la compravendita delle anime…continua a leggere, con Il venditore di anime.

Se hai letto questa parte, ma ti sei perso il post precedente, quando un’anima pura ci ha parlato, leggi pure qui.

Se sei finito per caso su questa pagina, ma non sai di che cosa si tratti, puoi leggerlo qui.

Questa storia è stata pubblicata una volta a settimana da ottobre 2018 ad ottobre 2019 ed è stata pubblicata nel libro omonimo, Anime vive. Tutti i diritti sulla storia e relative traduzioni sono riservati da Flyingstories e nella persona di Daniele Frau.

Tutte le grafiche sono eseguite a mano e in stili misti dall’artista Gabriele Manca, DMQ productions, che detiene i diritti sulle opere.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *